026 iperbole

con le braccia agito
l’iperbole che è in me
rassetto idee sterili
seduto sulla storia

se apri i miei cassetti vuoti
di memoria salta agli occhi
la raccolta differenziata dei pensieri
onestamente sversati per anni,
andata in fumo su pagine e pagine.

dell’ossessione per il consumo
dell’io che colora queste vetrine
si ritrovano a buon prezzo solo stracci
e mi ritrovo nella doccia nudo.

la vergogna
ogni goccia di pioggia
non ricordo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...