014 ballando intorno

pagheremo con la ferocia
questo nostro lungo ballare

attorno al tavolo da gioco.

azzardo sulla pelle degli uomini

che abbiamo svestito, smangiato,
respinto alle loro capanne
caparbie
ossa e miseria sul fondo del mare.


lo strazio d’inermi urla dal fondo tubo catodico

trasmuta in grasse risa, isteriche e metalliche.


ci strapperanno via la pelle 
e a morsi
la carne dal viso.

sarà la morte
una maschera
per noi tutti attori a teatro, 

muti spettatori di crudeltà 
spettacolo


perché non tremi poeta?


perché ho scavato parole, 

scovando la verità,
sempre 

e sapevo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...