004 morto di freddo

e’ morto di freddo
senza nessuna neve
che gli cadesse sul viso
deforme dietro la bottiglia
solo
una coperta senza trama
addosso ai difformi dolori
roboanti tra le orecchie
sull’asfalto ghiaccio schiacciate
ed il cielo di cartone sopra

occhi silenti sul passato
continuano a passare
passanti distratti
dal puzzo repellente
del piscio compagno
e tiepido amante,
carezza di bimbo
infetto agente.

avranno ancora i bigattini
pasti e un lungo decubitare
nelle piaghe della fossa comune
divorando i ricordi e gli occhi
da cane fedele a nessun padrone
aveva, forse, la sua vukovar dentro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...