001 vago

vago tra cantieri di ruderi futuri
che nel breve tornare di giorni
bramano condomìni ovunque
come inganni

divellere continuo e scavare scavare
per ergere tremuli tramezzi e per dividere
il perenne movimento passo dopo passo
interminabile ribollire del fluire umano
prima che si riversi nel bacino di luci.

pietra su pietra
nel domenicale riposo
muore la vita
e i gatti a prendere il sole
tra nugoli di lamiere colorate
giacciono ignari
nella cattedrale del tempo inutile
che resta alle bande roventi
di ruggine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...