Ballando intorno

Pagheremo con la ferocia
questo nostro lungo ballare
attorno al tavolo da gioco.
Azzardo sulla pelle degli uomini
che abbiamo svestito, smangiato,
respinto alle loro capanne caparbie
ossa e miserie sul fondo del mare.
Lo strazio d’inermi urla dal fondo tubo catodico
trasmuta in grasse risa, isteriche e metalliche.
Ci strapperanno via la pelle
e a morsi la carne dal viso.
Sarà la morte maschera
per noi attori a teatro,
muti spettatori di crudeltà
spettacolo.
Perché non tremi poeta?
Perché ho scavato
nelle parole, sempre,
scovando la verità.
E sapevo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...