Frantumi

Il vetro finì in frantumi,  
pezzi colorati sparsi per terra  
nel loro illeggibile ordine  
il verde prossimo  
il rosso discosto  
tra striature
il nero
nel mezzo.  

Il grigiore rincasava sulle pareti.  
Fuori pioveva.  

A piedi nudi sul pavimento,  
raccogliere i brani fu dolore.  

Goccia a goccia lacrimi ora  
e fiato corto sarà ancora  
ma il vento s’addentra  
e mille insolite rotte  
sull’anima spiega.  

Siedi e guarda l’aria  
se respiri lieve ora  
oltre l’orizzonte il cielo
non appanna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...